All'alt cercano di investire gli agenti, e poi si danno ad una spericolata fuga

Polizia
Redazione

Inseguimento da Pognano, per Verdello fino a Verdellino: i malviventi hanno cercato più volte di speronare l'auto della Polizia Locale, buttandoli fuori strada a Verdellino.

All'alt cercano di investire gli agenti, e poi si danno ad una spericolata fuga

Verso le 15:30 di ieri, giovedì 6 dicembre, a Pognano, una pattuglia del comando di Polizia Locale di Pognano nel corso di un posto di controllo alla circolazione stradale ha intimato l'alt ad una alfa Romeo 156 station wagon. Il conducente anziché ottemperare all'alt ha premuto sull'acceleratore. cercando di investire gli agenti, che lo hanno evitato. E' iniziato un inseguimento lungo la SP 122 che ha interessato i comuni di Pognano e Verdello, dove i fuggitivi hanno tentato di speronare la pattuglia e di investire un motociclista in transito.

L'inseguimento si è protratto nel territorio di Verdellino, dove l'equipaggio è stato speronato dall'Alfa Romeo dei malviventi, finiti a loro volta fuori strada. I tre occupanti hanno allora abbandonato il mezzo dandosi ad una precipitosa fuga a piedi. I due passeggeri sono riusciti a far perdere le proprie tracce all'interno di un'area boschiva, mentre il conducente ha ingaggiato una violenta colluttazione con gli agenti, che hanni riportato ferite fortunatamente non gravi.

Il magrebino, privo documenti, è stato definitivamente infine bloccato: sottoposto a rilievi segnaletici, la comparazione delle impronte ha permesso di accertare che nel mese di marzo avesse richiesto protezione internazionale. Inoltre a carico dello stesso è emersa un'ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere per reati concernenti gli stupefacenti emessa dal GIP del Tribunale di Lodi nel mese di ottobre .

S. H. E. cittadino Marocchino di anni 23 senza fissa dimora ed irregolare sul territorio italiano veniva, avuta la notifica del provvedimento a suo carico è stato portata in carcere a Bergamo.

© Riproduzione riservata
Commenti (0)
Non ci sono commenti per questo articolo. Vuoi essere il primo a lasciare il tuo intervento ?
Aggiungi un commento
Vuoi commerntare questo articolo? Accedi al tuo profilo o registrati gratuitamente a Tribuna TV e potrai farlo in pochi secondi.