Attività abusiva di rivendita auto in un capannone: multato marocchino

Polizia
Redazione

L'uomo si è giustificato sostenendo che il commercialista non l'avesse informato riguardo l'obbligatorietà di presentare la segnalazione certificata di inizio attività

Attività abusiva di rivendita auto in un capannone: multato marocchino

Rivendita abusiva di auto a Fontanella scoperta dalla Polizia Locale nella zona industriale: era da qualche settimana che gli agenti stavano tenendo d'occhio l'attività di un capannone. Ad insospettirli, le numerose automobili parcheggiate all'esterno e nelle immediate vicinanze. L'intervento dopo alcuni appostamenti: una volta all'interno del capannone, gli agenti di polizia si sono trovati di fronte a numerose auto di alto valore. Durante il controllo sono state riscontrate numerose irregolarità, a partire dalla mancata dichiarazione di inizio attività, mancanza giustificata dal "titolare", un 34enne di origini marocchine di Cortenuova, sostenendo che il proprio commercialista non lo avesse informato sulla documentazione necessaria per poter intraprendere e svolgere l'attività di rivendita. Gli accertamenti e le verifiche degli agenti sono ancora in corso, nel frattempo al 34enne sono state comminate due sanzioni: 5164 euro per la mancata Segnalazione Certificata di Inizio Attività, e 308 euro per l'assenza di registro obbligatorio di carico e scarico merci.

© Riproduzione riservata
Commenti (0)
Non ci sono commenti per questo articolo. Vuoi essere il primo a lasciare il tuo intervento ?
Aggiungi un commento
Vuoi commerntare questo articolo? Accedi al tuo profilo o registrati gratuitamente a Tribuna TV e potrai farlo in pochi secondi.