Boato nei cieli, due caccia dell'aviazione italiana inseguono un aereo non identificato in arrivo dalla Turchia

cronaca
Stefano Dati

Due forti boati hanno messo in allarme i cittadini del nord Italia, da una prima ipotesi sembra si sia trattato di due caccia in volo per intercettare veivolo straniero non identificato.

Boato nei cieli, due caccia dell'aviazione italiana inseguono un aereo non identificato in arrivo dalla Turchia

Paura per due forti boati avvertiti in tutto il nord della Lombardia.

Centralini del numero unico di soccorso 112 intasati per due violenti boati avvertiti nella mattinata causati da due caccia militari che hanno rotto il muro del suono.

I due veivoli sono decollati da Grosseto ed in zona Malpensa hanno superato il muro del suono provocando i due forti boati avvertiti in tutta la provincia di Mantova e in buona parte dell'Italia settentrionale.

Da quanto è stato possibile apprendere, i due aerei militari  sono stati fatti intervenire per intercettare un velivolo entrato nello spazio aereo italiano senza attivare il segnale di identificazione.

Il velivolo intercettato, proveniente dalla Turchia e diretto in Svizzera, non era riuscito a mettersi in contatto con gli enti del controllo del traffico italiano per motivi tecnici.

Dalla base militare di Poggio Renatico, in provincia di Ferrara, è così partito l'allarme che a sua volta ha dato l'ordine alla base di Grosseto.

E' così scattato immediatamente lo "scramble", ovvero il decollo dei caccia intercettori per identificare l'aereo sconosciuto.

foto di repertorio

© Riproduzione riservata
Commenti (0)
Non ci sono commenti per questo articolo. Vuoi essere il primo a lasciare il tuo intervento ?
Aggiungi un commento
Vuoi commerntare questo articolo? Accedi al tuo profilo o registrati gratuitamente a Tribuna TV e potrai farlo in pochi secondi.