Cassano d’Adda: Qualità e quantità di cibo in mensa scolastica, spuntano le fotografie

Attualità
Stefano Dati

Le immagini fotografiche di seguito pubblicate faranno certamente discutere sulle ragioni di molti genitori che da tempo chiedono maggiori controlli per il servizio mensa

Alcune immagini, sul cibo servito in mensa alla scuola primaria, sembrano dare ragione alle proteste dei genitori

Cassano d’Adda 10 aprile 2017

Non si placano le polemiche dei genitori contro comune e la Gemeaz Elior, azienda appaltatrice del servizio mensa scolastica, che lamentano un servizio con cibo scarso e di poca qualità. Il menù proposto in mensa ai bambini della scuola primaria, e da tempo al centro delle polemiche, una questione con soluzione difficile che viaggia fra lo sconcerto dei genitori sulla quantità e qualità delle pietanze, espresso soprattutto sui social e gruppi whatsapp, e la posizione del comune che ha più volte dichiarato: “ Non ci risulta nessuna anomalia”. La certezza sulla normale gestione da parte della Gemeaz in fatto di preparazione delle pietanze, è inoltre supportata dai verbali della commissione mensa dove non sono mai state, secondo gli uffici comunali, evidenziate problematiche sul cibo “ Come ho più volte detto - spiega l’Assessore all’istruzione Aristide Caramelli - qui in comune non è mai arrivate nessuna lamentela da parte dei genitori; la commissione mensa, organismo preposto al controllo del servizio che è bene ricordare è composta dai genitori e insegnanti, inoltre non ha mai evidenziato problematiche legate alla quantità e qualità di quanto proposto nel menù”. Le proteste dei genitori sembrano ora supportate da testimonianze fotografiche che dovrebbero dare qualche certezza maggiore sulle proteste di alcuni papà e mamme. Negli ultimi giorni, infatti, alcune immagini fotografiche hanno fatto la loro comparsa, ponendo in primo piano qualche interrogativo in fatto di quantità e qualità del cibo che finisce nei piatti degli alunni delle scuole primarie. Nelle fotografie sono ben evidenti i segni della poca qualità del cibo, e altro ancora, oltre ad una quantità di primi, secondi e contorni discutibile “ Sono immagini raccapriccianti - ha continuato l’Assessore - In questi giorni ho in agenda un incontro con due genitori per discutere su queste problematiche, mi adopererò per fare chiarezza una volta per tutte”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti (1)
Flavio
Perché i genitori non chiamano i NAS???????
Aggiungi un commento
Vuoi commerntare questo articolo? Accedi al tuo profilo o registrati gratuitamente a Tribuna TV e potrai farlo in pochi secondi.