Cooperative sfruttavano lavoratori 12 ore al giorno

Lavoro
Redazione

Anche un trevigliese di 37enne finito nell'inchiesta.

Cooperative sfruttavano lavoratori 12 ore al giorno

Pesanti accuse per il Consorzio italian service (imballaggio e confezionamento conto terzi) e la consorziata Cgl Soc. Coop, con sede a Inzago: tentata estorsione, estorsione e sfruttamento della manodopera di operai pakistani. Nell’inchiesta, condotta dal pm Nicola Preteroti (costola di un’altra indagine di cui si era occupata anche la Direzione distrettuale antimafia di Brescia) sono finiti il presidente del consorzio, F.P. 62 anni, di Capaci e il suo stretto collaboratore, S.P. 51 anni, di Salerno, residenti nel Milanese, e l’amministratore di diritto della Clg. Soc. Coop, G.T. 37 anni, di Carini, ma residente a Treviglio.

I fatti risalgono al 2017: per loro è stato chiesto il rinvio a giudizio. La vertenza era stata avviata dal sindacato Slai Cobas di Bergamo, poi era stato presentato un esposto all’agenzia territoriale del lavoro. Viene contestata la tentata estorsione perché, secondo l’accusa, i tre avrebbero fatto pressioni sui nove lavoratori stranieri per fargli sottoscrivessero i verbali di conciliazione attraverso minacce e con la prospettiva di non essere riassunti l’anno successivo dalla consorziata Clg. Soc. Coop nella quale figuravano come subordinati e non soci lavoratori.

I lavoratori, alla fine, erano stati allontanati senza consentir loro di proseguire l’attività e senza essere riassunti alla scadenza del contratto. Il reato di estorsione è stato contestato perché i vertici della cooperativa avevano costretto sei dipendenti a firmare il verbale di conciliazione in sede sindacale. A fronte della corresponsione di 300 euro dovevano rinunciare a rivendicare la corretta applicazione del contratto di lavoro, agli straordinari svolti, alla corretta inquadratura professionale, ai crediti retributivi vantati e anche alla liquidi dazione Tfr maturata. Secondo l’accusa c’è stato anche sfruttamento perché i dipendenti venivano impiegati in mansioni superiori rispetto a quelle per cui erano stati assunti, senza effettuare turni di riposo settimanali (se non raramente), lavorando anche 12 ore al giorno invece delle 8 previste (e non tutte venivano retribuite) senza beneficiare di pause.

© Riproduzione riservata
Commenti (0)
Non ci sono commenti per questo articolo. Vuoi essere il primo a lasciare il tuo intervento ?
Aggiungi un commento
Vuoi commerntare questo articolo? Accedi al tuo profilo o registrati gratuitamente a Tribuna TV e potrai farlo in pochi secondi.