Malato incurabile diventa spacciatore per lasciare il ricavato in eredità

Cronaca
Redazione

Un pensionato bergamasco di 61 anni, incensurato, dopo aver appreso della propria malattia ha iniziato a vendere cocaina per potere lasciare il ricavato illecito in eredità ai parenti

Malato incurabile diventa spacciatore per lasciare il ricavato in eredità

Pensionato 61enne scopre di avere una malattia incurabile e si improvvisa spacciatore: sembra la trama di Breaking Bad ed invece è successo nella Bergamasca. Un pensionato di 61 anni, incensurato, dopo aver appreso della propria malattia ha iniziato a vendere cocaina, per potere lasciare il ricavato illecito in eredità ai parenti, anche solo per poter pagare il funerale. Questa la versione dell'uomo di fronte al giudice, durante il processo per direttissima a Bergamo. La carriera criminale del pensionato non è comunque durata molto: dopo qualche settimana dall'inizio della nuova attività i carabinieri di Clusone, informati da una segnalazione anonima, lo hanno arrestato, a Rovetta. Durante il controllo l'uomo ha ammesso subito di avere addosso, e occultate in macchina, diverse dosi di cocaina, oltre ad aver dell'altra polvere bianca in una legnaia della sua abitazione, insieme a circa 1800 euro in contanti. L'uomo in tribunale ha ammesso di essere improvvisamente guarito, e che una volta terminata la droga da smerciare avrebbe smesso, tornando sulla retta via. L'arresto è stato convalidato ma il pensionato è stato rimesso in libertà, in attesa della prossima udienza prevista per gennaio.

© Riproduzione riservata
Commenti (0)
Non ci sono commenti per questo articolo. Vuoi essere il primo a lasciare il tuo intervento ?
Aggiungi un commento
Vuoi commerntare questo articolo? Accedi al tuo profilo o registrati gratuitamente a Tribuna TV e potrai farlo in pochi secondi.