Nella Bassa evasione milionaria, lavoro nero e rifiuti illeciti

Finanza
Redazione

Anche per il 2019 è confermato l'impegno della Guardia di Finanza nella lotta ai fenomeni di criminalità economico-finanziaria più diffusi e dannosi per il sistema economico della Bassa Bergamasca.

Nella Bassa evasione milionaria, lavoro nero e rifiuti illeciti

Anche per il 2019 è confermato l'impegno della Guardia di Finanza nella lotta ai fenomeni di criminalità economico-finanziaria più diffusi e dannosi per il sistema economico nazionale. Lo scopo è naturalmente quello di tutelare i cittadini, le imprese ed i professionisti onesti per il benessere dell'intera collettività ed il rispetto dell'equità sociale.

L'attività della Compagnia Guardia di Finanza di Treviglio, che ha competenza su tutta la Pianura Bergamsca, nell'ultimo anno e mezzo ha permesso di ottenere i seguenti risultati operativi.

-Lotta all'evasione ed alle frodi fiscali-

Contro l'evasione e le frodi sono state svolte 288 attività ispettive tra verifiche, controlli ed altri interventi a tutela del complesso degli interessi erariali comunitari, nazionali e locali. Dette attività hanno permesso di inoltrare all'Agenzia delle Entrate, per il successivo accertamento, proposte di recuperi a tassazione per un importo complessivo pari a oltre 67 milioni di euro, con una stima delle imposte evase, dirette ed IVA, ammontante ad oltre 42 milioni di euro.

In ambito penale-tributario, sono state concluse 50 indagini di polizia giudiziaria che hanno portato alla denuncia all'Autorità Giudiziaria 175 responsabili di reati fiscali. In particolare, nel settore penale-tributario, i reati maggiormente riscontrati sono stati quelli connessi all'utilizzo ed emissione di fatture per operazioni inesistenti e al ricorso alle indebite compensazioni di debiti tributari.

Sempre in ambito penale-tributario, sono state sequestrate disponibilità patrimoniali e finanziarie per i recupero delle imposte evase nei riguardi dei responsabili di frodi fiscali per circa 8 milioni e mezzo di euro, e avanzate proposte di sequestro per oltre 78 milioni di uero. Individuati 54 soggetti che, pur avendo svolto attività produttive di reddito, sono risultati completamente sconosciuti al fisco (evasori totali).

Riguardo al lavoro sommesrso, sono stati individuati 40 datori di lavoro che hanno impiegato in totale 52 lavoratori "in nero" (di cui 9 clandestini) e 24 lavoratori irregolari.

Sono stati effettuati 1867 interventi in ambito del controllo economico del territorio, tra cui controlli sul corretto rilascio dello scontrino e della ricevuta fiscale, sul trasporto delle merci e sugli indici di capacità contributiva.

-Contrasto agli illeciti nel settore della tutela della spesa pubblica-

Nell'ambito dei controlli in materia di "spesa pubblica", finalizzati al contrasto dello spreco di risorse pubbliche, sono stati effettuati 11 controlli nei confronti di soggetti percettori di prestazioni sociali agevolate, di cui 5 sono risultati irregolari, portando a denuncia all'Autorità Giudiziaria di altrettanti soggetti richiedenti indebitamente il beneficio.

Per quanto riguarda la spesa previdenziale, sono stati svolti 13 inteventi in materia di assegni sociali, con il recupero di indebiti benefici percepiti dai soggetti controllati per circa 35mila euro.

Inoltre, effettuati 38 controlli volti a verificare la sussistenza dei requisiti di legge previsti per l'esenzione del pagamento del ticket sanitario. Tra queste, 31 posizioni controllate sono risultate irregolari. In particolare è emerso che i soggetti controllati hanno usufruito indebitamente dell'esenzione dal pagamento del ticket, beneficiando illegitimamente di prestazioni diagnostiche o strumentali gratuite per 11.581 euro.

Nel settore delle frodi ai danni del U.E è stato denunciato 1 soggetto il quale è risultato aver richesto ed ottenuti indebitamente contributi comunitari agricoli per 33.116 euro.

-Lotta alla criminalità economico-finanziaria-

Nel comparto dei tabacchi lavorati esteri sono stati intercettati e posti sotto sequestro 3.360 kg di sigarette di contrabbando, per un'imposta evasa di quasi mezzo milione di euro, ed arrestati i responsabili.

Nell'ambito del traffico di rifiuti, in un primo intervento, nel dicembre 2018 a Caravaggio, sono stati indivduati 4 capannoni contenenti numerosi rifiuti classificabili i prevalenza come speciali non pericolosi e altri speciali pericolosi. Inoltre nel maggio di quest'anno, a Pagazzano, è stato sequestrato un carico di 27mila kg di rifiuti eterogenei, costituiti da plastica, gomma, ferro, legno, cartongesso, ecc. Denunciato il trasportatore.

Sono stati svolti accertamenti economico-patrimoniali che hanno portato a proposte di sequestro ai sensi della normativa antimafia nei confronti di 3 soggetti "fiscalmente pericolosi", per 2.431.197 euro.

In materia di riciclaggio, sono stati denunciati 28 soggetti, nei confronti dei quali sono state inoltrate all'Autorità Giudiziaria proposte di sequestro per 14.680.663 euro. Nello stesso ambito, sono stati operati sequestri per 226.004 euro.

In relazione alle fattispecie di autoriciclaggio, sono stati denunciati 7 soggetti e inoltrata proposta di sequestro all'Attività Giudiziaria per 1.825.703 euro.

Nell'ambito delle indagini svolte nel settore dei reati fallimentari, sono stati denunciati 8 soggetti, di cui 3 tratti in arresto, nonchè accertate distrazioni patrimonali per 2.524.957 euro.

E' stato altresì intercettato il fenomento dell'usura, con la denuncia di 7 soggetti e proposte di sequestro avanzate alla Magistratura per oltre mezzo milione di euro.

Nel contrasto alla produzione e commercio di prodotti contraffatti e non sicuri, sono stati sequestrati 3166 prodotti illegali, perchè piratati, pericolosi o recanti falsa o fallace indicazione di origine o provenienza, con la denuncia all'Autorità Giudiziaria di 16 soggetti ovvero con la segnalazione all'Autorità amministrativa competente di 5 soggetti.

Comuni di competenza

Antegnate, Arcene, Arzago d'Adda, Barbata, Bariano, Boltiere, Bottanuco, Brembate, Brignano Gera d'Adda, Calcinate, Calcio, Calvenzano, Canonica d'Adda, Capriate San Gervasio, Caravaggio, Casirate d'Adda, Castel Rozzone, Cavernago, Ciserano, Cividate al Piano, Cologno al Serio, Comun Nuovo, Cortenuova, Covo, Fara Gera d'Adda, Fara Olivana con Sola, Filago, Fontanella, Fornovo San Giovanni, Ghisalba, Isso, Levate, Lurano, Martinengo, Misano di Gera d'Adda, Morengo, Mornico al Serio, Mozzanica, Osio Sopra, Osio Sotto, Pagazzano, Palosco, Pognano, Pontirolo Nuovo, Pumenengo, Romano di Lombardia, Spirano, Torre Pallavicina, Treviglio, Urgnano, Verdellino, Verdello

© Riproduzione riservata
Commenti (0)
Non ci sono commenti per questo articolo. Vuoi essere il primo a lasciare il tuo intervento ?
Aggiungi un commento
Vuoi commerntare questo articolo? Accedi al tuo profilo o registrati gratuitamente a Tribuna TV e potrai farlo in pochi secondi.