Pioltello: Il Tribunale mostra comprensione ma il 40enne marocchino tradisce la fiducia dei Giudici

Cronaca nera
Stefano Dati

Marocchino di 40 anni ricade nella spirale dell’alcool violando la misura alternativa dell’affidamento terapeutico, ora dovrà rimanere in carcere fino al 2020

Pioltello: Il Tribunale mostra comprensione ma il 40enne marocchino tradisce la fiducia dei Giudici

Pioltello (Milano)

Marocchino di 40 anni tradisce la fiducia dei Giudici che avevano deciso per lui misure alternative al carcere ma l'uomo non riesce a stare lontano dall’alcool.

In sostituzione del provvedimento per un cumulo di pene, con termine previsto nel 2020, per reati in materia di stupefacenti e contro la persona, il 40enne marocchino nel 2016 era stato autorizzato dal Tribunale di Sorveglianza di Milano alla misura dell’affidamento terapeutico.

Nella serata di mercoledì, 10 gennaio, i militari dell’Arma della Tenenza di Pioltello hanno proceduto a mettere in atto un decreto di sospensione della misura alternativa nei confronti del 40enne marocchino residente nel centro dove era stato destinato per dell’affidamento terapeutico.

A fare cambiare idea al Tribunale di Sorvegliaza è stato il comportamento del 40enne trovato in stato di ubriachezza a bordo della sua autovettura durante un controllo effettuato il 3 gennaio scorso dai carabinieri di Milano.

Scatta immediatamente la segnalazione ed i Giudici, ha seguito della violazione della misura alternativa da parte del marocchino,  hanno deciso, dunque, la sospensione del beneficio e per il 40enne si sono aperte le porte del carcere milanese di San Vittore fino al termine della pena stabilita da scontare.

Foto di repertorio

© Riproduzione riservata
Commenti (0)
Non ci sono commenti per questo articolo. Vuoi essere il primo a lasciare il tuo intervento ?
Aggiungi un commento
Vuoi commerntare questo articolo? Accedi al tuo profilo o registrati gratuitamente a Tribuna TV e potrai farlo in pochi secondi.