Vaprio: Taglio del nastro per nuove sale operatorie e reparto di chirurgia al Crotta Oltrocchi

Attualità
Stefano Dati

Oltre 4 milioni da Regione Lombardia per valorizzare il Pot di Vaprio d’Adda, al via la presa in carico dei pazienti cronici

Vaprio: Taglio del nastro per nuove sale operatorie e reparto di chirurgia al Crotta Oltrocchi

Vaprio d’Adda (Milano)

Al via il nuovo percorso di presa in carico del paziente cronico al Pot (Presidio Ospedaliero Territoriale) di Vaprio D’Adda (Milano), nella mattinata di ieri, 11 gennaio, sono state inaugurate con due nuove sale operatorie e il reparto di chirurgia.

La cerimonia del taglio del nastro è avvenuta alla presenza dell'Assessore Regionale al Welfare, Giulio Gallera, del presidente della conferenza dei sindaci di Ats  Alberto Fulgione dei direttori generali dell'Asst Melegnano e Martesana Mario Alparone e dell'Ats della città metropolitana di Milano Marco Bosio e il vice sindaco di Vaprio d’Adda Eugenio Galbiati.

“Ricordo bene le condizioni della sala operatoria prima di questa ristrutturazione, quindi, considero un bel momento questo dell’inaugurazione delle due sale”. Ha sostenuto nel suo intervento il Direttore Generali dell'Asst Melegnano e Martesana Mario Alparone.

Date e numeri importanti,  “I lavori che portano oggi a dare inizio alla presa incarico del paziente cronico qui al Pot di Vaprio d’Adda, sono iniziati nell’aprile del 2017; a fine luglio è stata terminata la struttura di medicina in seguito il cup, fine settembre. Oggi è la volta del reparto chirurgia con le due nuove sale operatorie; ci saranno, dunque, 40 posti letto in più, in perfetta sintonia con il tema della presa in carico del paziente. E’ stato un processo di trasformazione vero è importante, da ospedale generico ad ospedale di presa incarico; lo testimonia il fatto che la nostra produzione di sub acuti è raddoppiata, serviamo oggi, nell’ambito del distretto di Trezzo sull’Adda, una popolazione di circa 41mila abitanti di cui 15mila sono malati cronici”.

Il sostegno della Regione Lombardia in risposta ai bisogni del territorio “Per il processo di trasformazione - ha spiegato Giulio Gallera Assessore regionale al Welfare - di questo presidio fondamentale per il territorio, da ospedale generico a ospedale per la presa in carico, Regione ha investito 4.300.000 euro. Abbiamo dato una risposta ai bisogni di salute del distretto di Trezzo che su 41.000 abitanti conta la presenza di 15 mila pazienti cronici che ora hanno a disposizione i servizi adeguati alle loro esigenze".

Plauso per i cambiamenti strutturali ed organizzativi all’ospedale Crotta Oltrocchi di Vaprio d’Adda “ In questi due anni abbiamo toccato con mano una serie di grandi miglioramenti e di cambiamenti - ha continuato l’Assesore - questo rappresenta il nostro modo di agire nell’affrontare una sfida complessa come quella di trasformare questo luogo in un presidio ospedaliero, un luogo, cioè, che fosse maggiormente a disposizione dei cittadini”.

Tutto pronto per la comunicazione ai cittadini "Dalla prossima settimana i pazienti cronici - ha concluso l'Assessore - riceveranno a casa la lettera di Regione Lombardia che gli illustrerà le modalità per aderire al nuovo modello di cura studiato per migliorare la loro vita".

 

La soddisfazione dell’Amministrazione comunale ” Il confronto tra enti sociosanitari ed istituzioni a partire dalle istituzioni locali porta risultati.  - Ha sostenuto il vice sindaco di Vaprio d’Adda Eugenio Galbiati - Oggi è stata raggiunta un'altra tappa nel più ampio percorso di riqualificazione del presidio, questo presidio può giocare un ruolo importante nel sistema sociosanitario e nella rete di offerta territoriale. Le amministrazioni comunali dimostrano la volontà di essere interlocutori fondamentali nel sistema socio-sanitario. Continuiamo a lavorare con responsabilità e attenzione per sviluppare attività e servizi a beneficio dei cittadini”.

Stefano Dati - info@stefanodati.it

© Riproduzione riservata
Commenti (0)
Non ci sono commenti per questo articolo. Vuoi essere il primo a lasciare il tuo intervento ?
Aggiungi un commento
Vuoi commerntare questo articolo? Accedi al tuo profilo o registrati gratuitamente a Tribuna TV e potrai farlo in pochi secondi.